Una società sempre più digitalizzata sta affrontando rischi che stanno emergendo rapidamente poiché le decisioni prese da algoritmi e intelligenza artificiale stanno svolgendo un ruolo più importante nella vita di tutti i giorni.


Un white paper pubblicato di recente, “Intelligenza artificiale e responsabilità algoritmica – Una prospettiva tecnologica e di ingegneria del rischio” sottolinea che liberare la potenza dei dati e dell’intelligenza artificiale crea “infinite opportunità di business per migliorare in definitiva la qualità della nostra vita“. Ma con queste opportunità, avverte il rapporto, arriva un “ampio spettro di rischi che comprende non solo la conformità normativa, ma anche la responsabilità e il rischio reputazionale se il processo decisionale algoritmico innesca conseguenze indesiderate e potenzialmente dannose“.


Il white paper, prodotto da Zurich e Microsoft, descrive in dettaglio la crescente nozione di rischio algoritmico AI e suggerisce i modi in cui i gestori del rischio e gli assicuratori possono gestirlo. L’analisi include uno sguardo approfondito a casi rilevanti nelle aree di responsabilità da prodotto, responsabilità professionale e negligenza medica che possono fornire indicazioni per ridurre al minimo l’esposizione e il potenziale danno ai clienti e alla reputazione di un’organizzazione.