Le uve da vino sono molto sensibili ai cambiamenti climatici. Quindi come sarà influenzato il futuro dell’industria vinicola dal riscaldamento globale?

Il clima è amico e nemico dell’industria vinicola. Il “terroir”, o la geologia, il paesaggio, il suolo e, soprattutto, la temperatura, determinano le varietà di uva che possono essere coltivate e determinano la qualità e la resa del raccolto. Quando le condizioni climatiche sono buone, allora puoi aspettarti una grande annata.

Ma il maltempo può distruggere i vigneti. E ora, i produttori di vino sono alle prese con una minaccia potenzialmente più grande: il riscaldamento globale.

Forti piogge durante la stagione della fioritura, gelate in primavera, grandine e forti venti. I produttori di vino hanno lottato per secoli con queste minacce e hanno sviluppato strategie innovative di gestione del rischio.